Simultanea di scacchi nel Parco del Pollino

//Simultanea di scacchi nel Parco del Pollino

Simultanea di scacchi nel Parco del Pollino

Giovedì 5 luglio alle ore 10:00 si terrà una suggestiva iniziativa nell’ambito del Campionato Italiano Giovanile di Scacchi Under 16 edizione 2018: una simultanea di scacchi nel Parco del Pollino.

Il Gran Maestro Roberto Mogranzini sfiderà 30 giocatori che partecipano al Campionato in un torneo in simultanea, con 30 scacchiere disposte nell’affascinante Arboreto del Parco del Pollino che apre le porte dell’area protetta sul versante del comune di Orsomarso.

La partecipazione è gratuita e riservata ai primi 30 giocatori che si iscriveranno presso il desk accreditamento della hall del Santa Caterina Village. Il trasferimento per il Parco Nazionale del Pollino avverrà con un autobus a disposizione dei giocatori con partenza alle ore 9:30 dal Santa Caterina Village. A seguire una piccola escursione nel Parco e rientro per il 6° turno di gioco.

La mappa online per raggiungere il Centro Valle Argentino, nella Riserva del fiume Argentino, Centro sportivo FISO, FASI, FEDERTREK,CONI, punto di arrivo nel comune di Orsomarso per raggiungere l’arboreto.

Il Parco Nazionale del Pollino è la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia. Tra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti che si disegnano sulle acque del Tirreno e dello Jonio, lungo il massiccio montuoso calabro-lucano del Pollino e dell’Orsomarso, la Natura e l’Uomo intrecciano millenari rapporti che il Parco Nazionale del Pollino, istituito nel 1993, conserva e tutela sotto il suo emblema, il pino loricato. L’intera zona, sottoposta a speciale tutela, ai sensi della Legge quadro n.394/1991 sulle aree protette, è costituita dai Massicci del Pollino e dell’Orsomarso. È una catena montuosa dell’Appennino meridionale, a confine tra la Basilicata e la Calabria. Ha vette tra le più alte del Mezzogiorno d’Italia, coperte di neve per ampi periodi dell’anno. Dalle sue cime, oltre i 2200 metri di altitudine sul livello del mare, si colgono, ad occhio nudo, ad ovest le coste tirreniche di Maratea, di Praia a Mare, di Belvedere Marittimo e ad est il litorale ionico da Sibari a Metaponto.

2018-07-03T19:51:53+00:00
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: